Docenti in prima linea: trasformazione digitale per la didattica

Alla scoperta delle tecnologie come risorsa didattica

Un percorso che ha visto coinvolti docenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado per conoscere più da vicino la realtà Fabschool e scoprire le sue potenzialità all’interno dell’ambiente scolastico.

VERONA

Ottobre – Dicembre 2021

Si è concluso il primo corso rivolto ai docenti dei polo Fabschool di 311 Verona, un percorso che propone l’approfondimento delle tecnologie come risorsa a portata di tutti da applicare alla didattica con un’ottica interdisciplinare.

Il percorso, che è stato proposto a 15 docenti di scuole secondarie di I e II grado della provincia veronese, si è articolato sulla base dei seguenti obiettivi:

  1. Fornire una panoramica sulle nuove tecnologie e il modo in cui impattano il contesto educativo e lavorativo;
  2. Affiancare gli insegnanti partecipanti nel disegno di nuovi moduli didattici che applichino le tecnologie a servizio della didattica;
  3. Creare un’occasione di confronto tra colleghi in procinto di testare “buone pratiche” digitali.

Come trovare una soluzione che possa funzionare?

Nel corso degli incontri settimanali, insieme a quindici docenti abbiamo esplorato metodi e strumenti come il Design Thinking, Flipped Learning, gli Episodi di Apprendimento Situato e gli Hyperdocs, combinandoli con una panoramica su nuovi strumenti digitali (software, applicazioni e risorse online accessibili a tutti) da utilizzare in funzione della didattica.

 

Mettendo in gioco le conoscenze apprese durante il corso di formazione, i docenti hanno disegnato per le loro classi dei moduli didattici finalizzati all’alfabetizzazione digitale e allo sviluppo di competenze come l’autonomia, l’analisi critica, la creatività.

Così i ragazzi, con la facilitazione dei docenti, hanno potuto scatenare la loro iniziativa e progettualità e si sono misurati con la creazione di siti web, la programmazione con Scratch e altre attività di tipo laboratoriale.

Poi, per documentare il lavoro svolto e apprendere al contempo nuove abilità nell’ambito del videomaking, Fabschool ha proposto ai docenti di realizzare un breve video che raccontasse il modulo didattico svolto, dalla sua progettazione fino al montaggio, utilizzando il software di editing Kinemaster.

Il risultato?

Un approccio innovativo che ha dato spazio alle tecnologie per trasformarle in potenziale, imparando a dialogare con il linguaggio delle nuove generazioni e affiancando le risorse digitali e il flipped learning al tradizionale insegnamento scolastico.

MANTOVA

Ottobre – Gennaio 2022

Per Mantova il corso docenti è stato un secondo appuntamento riproposto dopo l’esperienza dell’anno passato sulla modellazione e stampa 3D. Il Fablab con grande entusiasmo, anche quest’anno ha accolto dodici docenti iniziando un nuovo percorso che si concluderà con la restituzione dell’attività a gennaio.

Scansione 3D e Stampa 3D

Questo è l’obiettivo che la formazione docenti di Mantova sta proponendo ai suoi partecipanti: due temi legati all’innovazione tecnologica, apparentemente lontani dalla realtà quotidiana con cui gli insegnanti hanno a che fare. Ma l’attività mira proprio ad insegnare il potenziale di questi strumenti per trasformarli in risorse e rendere il loro utilizzo quotidiano anche a scuola.

Nel corso delle trenta ore i docenti scopriranno insieme le funzionalità dei temi legati al digitale

Per mettere in gioco le proprie abilità nella fotogrammetria con reflex, i partecipanti hanno prima acquisito alcune nozioni di fotografia e sperimentato concretamente l’insegnamento teorico. Quindi partendo da una serie di fotografie, i docenti hanno imparato ad ottenere il modello 3D di un oggetto e hanno appreso il funzionamento di software che trasformano una serie di fotografie in superfici tridimensionali digitali per l’elaborazione fotogrammetrica di immagini digitali. 

Il percorso continua...

Tra il mese di Dicembre e Gennaio attraverso lo scanner 3D, SCAN IN A BOX in dotazione al liceo artistico “G.Romano” di Mantova, i docenti sperimenteranno l’utilizzo di uno strumento ingegnerizzato in grado di ottenere un modello 3D in maniera semi automatica tramite il software IDEA.

Il percorso punta all’acquisizione del modello 3D per la riproduzione tramite stampa 3D e per l’apprendimento alle nuove tecnologie in funzione della didattica. Il risultato sarà una visione completa sui temi approfonditi perché possano diventare un modello su cui ragionare e proporre ai ragazzi nelle scuole. A febbraio lo stesso percorso di formazione sarà poi proposto agli studenti.

0 Comments

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>