Il progetto Fabschool

Un Fabschool è un “lavoratorio”, un luogo-ponte tra scuola e lavoro, disposto in orizzontale, non in una logica del “prima…dopo…” che spesso caratterizza la distanza fra scuola e lavoro.

Chi c'è dietro Fabschool?

Fabschool è un progetto di sistema che intende prototipare un modello di formazione innovativo e replicabile.

E’ un progetto di Fondazione Edulife sostenuto da Fondazione Cariverona che si sviluppa in 5 province coinvolgendo una rete partner territoriali:

  • Verona (Fondazione Edulife, Verona Fablab)
  • Vicenza (cooperativa sociale Samarcanda Onlus, Megahub Schio)
  • Mantova (Fablab Mantova)
  • Belluno (Consorzio C.A.T.A., Associazione Fablab Dolomiti)
  • Ancona (Polo9 impresa sociale).

Vuoi essere aggiornato delle attività della tua provincia?

Ascolta la puntata #0 del nostro podcast!

Cosa prevede il progetto?

Il progetto ha attivato 6 Fabschool nei 5 territori coperti, aprendoli come spazi fisici all’interno di realtà di formazione diverse per ordine e grado (primarie e secondarie di primo grado, licei, Its…). I Fabschool sono spazi di sperimentazione tecnologica aperti a tutti, nei quali accedere liberamente alle tecnologie esponenziali (coding, stampa 3d, virtual reality, AI… etc.).

All’interno di ogni Fabschool vengono erogate attività di formazione laboratoriale rivolte a studenti e insegnanti, con l’obiettivo di costruire e testare insieme nuovi strumenti di didattica orientativa e nuovi modi di tessere relazioni con il mondo del lavoro.

Come per una biblioteca che acquista libri e li presta gratuitamente, i Fabschool acquisiscono macchinari e conoscenze e li mettono a disposizione di tutti, organizzando workshop, serate informative, eventi e aperture al pubblico.

Cosa prevede il progetto?

Il progetto ha attivato 6 Fabschool nei 5 territori coperti, aprendoli come spazi fisici all’interno di realtà di formazione diverse per ordine e grado (primarie e secondarie di primo grado, licei, Its…). I Fabschool sono spazi di sperimentazione tecnologica aperti a tutti, nei quali accedere liberamente alle tecnologie esponenziali (coding, stampa 3d, virtual reality, AI… etc.).

All’interno di ogni Fabschool vengono erogate attività di formazione laboratoriale rivolte a studenti e insegnanti, con l’obiettivo di costruire e testare insieme nuovi strumenti di didattica orientativa e nuovi modi di tessere relazioni con il mondo del lavoro.

Come per una biblioteca che acquista libri e li presta gratuitamente, i Fabschool acquisiscono macchinari e conoscenze e li mettono a disposizione di tutti, organizzando workshop, serate informative, eventi e aperture al pubblico.

Vuoi saperne di più? Ascolta ora il nostro podcast!

Perché nasce Fabschool

Cinque parole chiave guidano il progetto nella sua realizzazione e diventano obiettivi importanti da raggiungere. Cosa vogliamo trasmettere nei luoghi Fabschool:

Apprendimento non formale

Vogliamo creare spazi dove tutti (puoi essere uno studente, un docente o chiunque tu voglia) possano sperimentare e imparare nuove competenze. Il tramite è un metodo di apprendimento che si serve delle tecnologie esponenziali e punta a rafforzare le competenze STEM

Connessione scuola - aziende

Il nostro desiderio è trovare un punto di contatto tra il mondo lavorativo e quello scolastico educando i ragazzi/e attraverso esperienze formative. L’obiettivo è preparare gli studenti alle richieste del mercato del lavoro territoriale; per questo proponiamo attività legate alla trasformazione digitale, intelligenza artificiale e fabbricazione digitale.

Costruire il futuro

Vogliamo affiancare i ragazzi/e nel loro percorso di crescita professionale. Partire dai loro interessi per costruire insieme un’immagine del mondo lavorativo che rispecchi la realtà economia e professionale, sempre in evoluzione.

Capacità trasversali

Crediamo nell’importanza di sapersi muovere in diversi contesti di realtà dove applicare capacità e conoscenze trasversali. Questa abilità deve rappresentare il metodo di valutazione dell’apprendimento per uno studente che sperimenta, innova e trasforma.

Confronto culturale

Voglia di favorire il confronto e lo scambio tra i docenti e i giovani per aumentare i momenti di dialogo intergenerazionale, e anche interculturale e moltiplicare le opportunità in una crescita condivisa.

Sei curiosə delle nostre novità?

Cosa aspetti? Isciriviti alla nostra newsletter, segui le attività dei nostri poli e visita la nostra Repository! 

Iscrizione newsletter